Preparativi…

L’edizione 2018 dei Ludi alla Fortezza si avvicina e noi stiamo lavorando per offrirvi una nuova, grandiosa esperienza!

Ed ecco il primo manifesto della nostra iniziativa con le nuove date!

Orvieto 1264 incontra gli studenti

È per noi importante dare il maggior risalto possibile alla cultura del Medioevo, alle usanze, ai mestieri e alla vita di tutti i giorni.
Per questo motivo la nostra Associazione ha dato vita ad una nuova iniziativa in cui gli studenti delle prime e seconde classi della Scuola Secondaria di Primo Grado “Ippolito Scalza” di Orvieto potranno vivere un’esperienza educativa a diretto contatto con la storia.

Gli incontri di Orvieto 1264 si terranno fino a maggio e coinvolgono oltre 150 studenti in una serie di incontri sulla storia medievale di Orvieto tra il 1200 e il 1300.

 

Ed ecco il filmato e alcune foto del primo incontro del 15 febbraio, una lezione sull’affascinante arte della falconeria.

 

Web-lavori in corso

Come qualcuno di voi potrebbe aver constatato stiamo aggiornando la nostra pagina web con contenuti ed un aspetto tutto nuovo: alcune pagine potrebbero non avere contenuti ma contiamo di terminare il tutto entro breve tempo.

Nel frattempo continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook!

Visioni Medievali

Lo ammettiamo, non ci aspettavamo un riscontro così positivo per la prima edizione dei Ludi alla Fortezza e non possiamo nascondere l’enorme carica che questo risultato ci ha dato.
Orvieto è la cornice perfetta per dare risalto ad iniziative come la nostra, ne eravamo convinti dal primo giorno in cui, seduti ad un tavolo, abbiamo dato vita a questo progetto e ne siamo ancor più convinti tuttora.

Ed è per questo motivo che abbiamo invitato molti ospiti, autorità e la città tutta a Visioni Medievali, un’occasione di riflessione e di scambio di idee, di proposte e commenti sul ruolo della rievocazione storica nel panorama culturale e dello spettacolo odierno.

Anche stavolta la forte presenza di Orvieto ci ha dimostrato che i Ludi alla Fortezza, oltre ad essere una scommessa vinta, possono rappresentare il primo tassello di un grande mosaico di iniziative che diano risalto alla storia non solo della Rupe ma di tutti i luoghi, le città, i borghi che custodiscono un pezzo della nostra storia.